x

Messaggio di errore

  • Notice: Undefined property: stdClass::$css_class in theme_kalatheme_kalacustomize_render_pane() (linea 57 di /home/gfadjpew/spotornocomics.it/sites/all/themes/kalatheme/styles/kalacustomize/kalacustomize.inc).
  • Notice: Undefined property: stdClass::$css_class in theme_kalatheme_kalacustomize_render_pane() (linea 57 di /home/gfadjpew/spotornocomics.it/sites/all/themes/kalatheme/styles/kalacustomize/kalacustomize.inc).
  • Notice: Undefined property: stdClass::$css_class in theme_kalatheme_kalacustomize_render_pane() (linea 57 di /home/gfadjpew/spotornocomics.it/sites/all/themes/kalatheme/styles/kalacustomize/kalacustomize.inc).
  • Notice: Undefined property: stdClass::$css_class in theme_kalatheme_kalacustomize_render_pane() (linea 57 di /home/gfadjpew/spotornocomics.it/sites/all/themes/kalatheme/styles/kalacustomize/kalacustomize.inc).

Il mago dei bambini speciali ospite a SpotornoComics 2018

Tra le luci e le emozioni della festa scenderà a SpotornoComics 2018 anche “Il Mago dei bambini speciali” una favola dolce scritta da Pietro Moros per insegnare che la magia è in ciascuno di noi, mostrare la bellezza del diverso e il valore umano di ogni singolo individuo.
Il racconto, illustrato da Cecilia Gattullo, è edito da “Chiave di lettura” per l’Associazione UILDM Genova Onlus (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) a cui è destinato il ricavato dell’iniziativa.

In mostra 

Le tavole con i disegni saranno esposte per tutta la settimana alla mostra di SpotornoComics
Dal 25 agosto al 1 settembre 2018
dalle 21 alle 23
Ex Hotel Palace, via Aurelia 119 - Spotorno
Ingresso libero e gratuito

 

Il progetto

“Il Mago dei bambini speciali” è una fiaba che offre ai piccoli cittadini di domani l’opportunità di comprendere la bellezza del diverso e il valore umano di ogni singolo individuo. 
Matteo è il minuscolo mago che abita una nuvoletta. È così piccolo che nessuno lo nota. Le sue ore scorrono tutte uguali in compagnia della solitudine, finché un giorno riceve la strana nomina di “Mago dei bambini speciali”. Tra gioia mista a stupore, con un pizzico di paura, ma pieno di entusiasmo, il maghetto lascia la sua soffice casa di nuvola e scende con un volo notturno sulla terra per vivere l’avventura che cambierà la sua esistenza. Tra sfide emozionanti, alleati e ostacoli, Matteo scopre chi sono i bambini speciali, affronta il tema della malattia e il superamento dei propri limiti, non senza l’aiuto di tanti amici. 
Attraverso la simbologia della favola si arriva a comprendere che la magia è in ciascuno di noi, nelle proprie emozioni condivise con gli altri. Al potere dell’amore e dell’amicizia, medicine non solo dell’anima, si affianca l’importanza della ricerca per sconfiggere la malattia. 

Il progetto di comunicare con una fiaba il tema delle malattie rare, in particolare della distrofia muscolare, è nato durante gli incontri del gruppo “Aiuto Mutuo Aiuto” della “UILDM Genova Onlus”, promotrice dell’iniziativa, per creare un ponte tra il modo dell’infanzia e quello degli adulti.
Grazie alla sensibilità dell’autore, Pietro Alfredo Moros, e alle riflessioni condivise con molti soci è nato il racconto poetico, illustrato da Cecilia Gattullo ed edito da “Chiave di lettura”, patrocinato da tutte le principali istituzioni.

“L’obiettivo generale è quello di promuovere una percezione positiva e una maggiore consapevolezza collettiva nei confronti delle persone con disabilità, facilitando la conoscenza e la comunicazione della malattia in contesti non sanitari e sensibilizzando all’importanza che la ricerca può rappresentare. – dichiara Ornella Occhiuto, presidente UILDM Genova Onlus -  Inoltre, vorremmo porre al centro il tema dell’inclusione e del riconoscimento, offrendo a tutti i bambini e alle loro famiglie, ma anche agli operatori della scuola e del sociale, l’opportunità di riflettere sui bisogni e i desideri che possono caratterizzare le persone che vivono una condizione simile e aiutarli ad accostarsi con curiosità e intelligenza a situazioni umane diverse e anche alle problematiche relative alle malattie rare e alla disabilità.”

Comune di Spotorno

Con il sostegno di

Media partner

Iniziativa amica di


In collaborazione con